Skyline Riviera dei Cedri

Esperienza Culturale

Cultura Scaliota

Scalea tra Storia e Cultura

Durata
6 Ore

Punti d'Interesse dell'Itinerario


Come si svolge l'esperienza:

La nostra visita parte dalla Torre Talao, da dove potremmo ammirare la costa della città di scalea, poi ci incammineremo nel centro storico attraversando la storia di questa località, passando tra le famose Quattro porte.


  

Torre Talao

Torre Talao è una torre costiera risalente al XVI secolo; si trova nel comune di Scalea ed è un esempio di architettura militare aragonese nell'Italia meridionale. La torre fu fatta edificare nel 1563 da Pedro Afán de Ribera d'Alcalà, viceré del regno di Napoli.
La Torre Talao oggi è il simbolo di Scalea.

In origine lo scoglio di Torre Talao era un’isola. Poi in seguito ad un fenomeno d'interramento è diventata penisola e oggi è completamente all'asciutto.
Le grotte dello scoglio di Torre Talao furono abitate dagli uomini della preistoria.

Torre Talao fu costruita nel XVI secolo. Faceva parte del sistema difensivo costiero, contro le incursioni dei turchi, voluto dal Carlo V (Carlo d'Asburgo)
Torre Talao venne costruita a carico della gente del posto. Ogni cittadino dovette contribuire all'edificazione della Torre o con una somma in denaro o con la prestazione gratuita secondo le proprie capacità.
Verso la fine del XVII secolo Torre Talao venne privata dei suoi cannoni, in precedenza sistemati per la difesa della costa.
All'inizio del XX secolo il proprietario del tempo, Del Giudice, imbottigliò l'acqua solfurea della sorgente alla base dello scoglio di Torre Talao e la mise in commercio con notevole successo.


  

Le Quattro Porte di Scalea

Intorno alla rocca costruita da gli invasori sorsero le prime case, addossate l’una alle altre, protette da alte mura che consentivano l’accesso al borgo solo attraverso 2 porte:

  • Torre Cimalonga, la porta che favoriva l’accesso al castello
  • Porta Cittadina, a difesa dell'abitato

Con la venuta dei Normanni (XI sec.) il borgo e le sue mura si distesero verso il mare e altre due porte facilitarono l’ingresso della popolazione nel paese: una a nord e l’altra a sud-est situata sulla strada che porta a Cimalonga.

Il largo adiacente porta della Marina è stato per secoli il punto di ritrovo per tutti coloro i quali erano collegati alla vita marinara: i pescatori vi dividevano il loro pescato e rattoppavano le reti; i figli aiutavano i grandi nel lavoro per imparare presto il mestiere; i passeggeri e i marinai delle navi che attraccavano al porto sostavano in attesa di imbarcarsi nuovamente; le donne attendevano il ritorno dei pescatori per riempire di pesci le loro cassette e venderle a Scalea e nei paesi vicini. Porta Cimalonga era attraversata dai contadini per andare nelle campagne o dai mercanti che venivano nel borgo a vendere le loro merci. Dunque Largo cimalonga era il luogo di ritrovo dei contadini.

Vi si svolgevano il mercato, le fiere e molte feste del paese. Il 13 dicembre, giorno di santa Lucia, si svolgeva “U’ pannu”, una serie di giochi: della fune, della corsa nei sacchi, della gara della pasta asciutta, del palo della cuccagna ed altre competizioni che si tenevano ad anni alterni a Largo cimalonga e a Largo della Marina. “U’ pannu” creava competizione tra la popolazione (contadini contro pescatori, chiesa di sopra contro chiesa di sotto ecc.). Queste tradizioni, purtroppo, sono andate perdute anche se alcuni amanti delle tradizioni di tanto in tanto le ripropongono.
Le altere 2 Porte sono:

  • Porta del Ponte era riservata al passaggio dei feudatari e della gente di riguardo.
  • Porta Militare, che oltre alla sua funzione militare consentiva il passaggio del Principe, dei suoi familiari e delle persone a suo servizio.

  


Altre Esperienze che Potrebbero Interessarti

Volo in Parapendio

Spiaggia dell'Arcomagno.

Esperienza unica! il piacere di planare tra Calabria e Basilicata

Scopri di più

Tra Cedro e Peperoncino

Sapori, Cultura e Tradizione.

Museo del Cedro, Museo del Peperoncino ed esperienza a Casamaierà.

Scopri di più

Scalea - Praia a Mare

In barca tra le Isole calabresi.

Tra l'Isola di Cirella e l'Isola di Dino, da Scalea un'escursione lungo la riviera dei cedri.

Scopri di più